FTCC | Studio Legale Associato

FTCC

News

L’attività di recupero crediti può essere svolta direttamente dal creditore come pure, nel suo interesse, da terzi, quali società specializzate, avvocati ed altri liberi professionisti, operanti in virtù di un mandato o di un appalto di servizi.

Tutti questi soggetti, nello svolgere detta attività, sono tenuti a seguire una serie di regole per il corretto trattamento dei dati personali del debitore, che invece, sempre più spesso, vengono disattese.

Infatti, complice la dilagante crisi economica, è stato registrato un sensibile aumento di prassi sempre più invasive o lesive della dignità personale, quali, tra le altre: continue visite a domicilio o sul posto di lavoro, reiterate sollecitazioni al telefono anche di notte, sms in cui si minacciano azioni legali coinvolgendo familiari e parenti del debitore, affissione di avvisi di mora sulla porta di casa, fino alla riproduzione nelle intimazioni di loghi di Tribunali o del Ministero dell’economia.

Invero, queste sono tecniche utilizzate per lo più dalle società di recupero crediti che da anni studiano strategie illecite, al limite dello stalking, che puntano a creare pressione psicologica e a far sentire il debitore senza via di scampo affinché ceda e paghi subito (con conseguente premio in denaro per il recuperatore).

Si tratta di un fenomeno tutt’altro che circoscritto, tant’è che di recente – dopo anni di denunce da parte delle associazioni dei consumatori – è intervenuto il Garante per la protezione dei dati personali, pubblicando il vademecum “Privacy e recupero crediti” che illustra in modo chiaro i principi generali, le prassi illecite, i dati che si possono trattare e detta le misure necessarie affinché l’attività di recupero crediti si svolga nel rispetto dei principi di liceità, correttezza e pertinenza. Questo il link per visionare e scaricare il vademecum del Garante.

In fin dei conti, anche per evitare denunce e discredito commerciale, è meglio fare attenzione a chi si affida il recupero crediti.

Avv. Luciana Porcelli


categoria:Attività d’impresaNewsPrivacy e diritti della personalità